logotype

GF ANTICA CARSULAE un'edizione di prestigio

Presentazione ad hoc per la Granfondo Antica Carsulae nell’ambito della ventesima edizione del Campionato Italiano dei Vigili del Fuoco di mountain bike che renderà ancora più speciale ed avvincente la manifestazione di San Gemini organizzata dall’Asd La Base e sotto l’egida della Federciclismo Umbria.
 
La quindicesima edizione della Granfondo Antica Carsulae si avvia verso la fatidica data del 10 aprile confortata da una considerevole pioggia di adesioni: su tutte quelle dei 30 comandi d’Italia dei Vigili del Fuoco per un totale di 143 atleti in lizza per il titolo tricolore, provenienti da 13 regioni italiane, in aggiunta ai 350 bikers che fanno parte dei circuiti Umbria Marathon e I Sentieri del Sole e dei Sapori. Tutto questo lascia presagire a un’edizione di successo della classica fuoristrada con partenza e arrivo a San Gemini.
Il comandante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Terni, l’ingegner Paolo Mariantoni ha sottolineato l’importanza della forma fisica e la crescita delle attività sportive in seno ai Vigili del Fuoco che potranno assumere a breve anche atleti di livello dando vita alle Fiamme Rosse. Nel corso del suo intervento, l’ingegner Mariantoni, affiancato da Paolo Rozzi (presidente dell’associazione nazionale dei Vigili del Fuoco sezione di Terni), ha ringraziato il sodalizio Asd La Base per le ottime sinergie che si sono costruite nell’ospitare un evento tricolore per la prima volta in Umbria.
 L’ingegner Maurizio Malatesta del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Terni si è soffermato sullo spiegamento delle squadre dei Vigili del Fuoco esperte in soccorso sanitario e in quello alpino in termini di assistenza e sicurezza lungo il tracciato, oltre a far mantenere vivo il ricordo di Silvano Ferri, caposquadra del comando di Terni scomparso prematuramente e al quale sono intitolati i campionati italiani.
 
Carlo Roscini, presidente della Federciclismo Umbria e con la presenza al suo fianco di Giorgio Masini (presidente del comitato provinciale FCI Terni), ha voluto rimarcare l’instancabile attività dell’Asd La Base come garanzia nell’allestire una manifestazione ai massimi livelli e improntata tutta nella sicurezza, oltre alla caratteristica cordialità che da sempre contraddistingue il sodalizio ternano e di riflesso l’intero movimento ciclistico regionale umbro.
 
Sotto l’aspetto puramente sportivo, sono stati Giancarlo Cesaretti (presidente Asd La Base) e Pancrazio Proietti (vice presidente Asd La Base) ad elencare i punti salienti della manifestazione per quanto concerne l’articolazione dei due percorsi di gara (42 chilometri con 1450 metri di dislivello; il corto di 19 chilometri con 400 metri di dislivello) che si sviluppano nella conca ternana e nella montagna di Cesi con il caratteristico e suggestivo passaggio nel sito archeologico di Carsulae.
 
La giornata di sabato 9 aprile, vigilia della gara, sarà dedicata a una serie di iniziative collaterali tese a far conoscere la storia e l’identità di un vigile del fuoco al servizio della collettività con la speciale iniziativa Pompieropoli dedicata ai bambini (tramite un’illustrazione di attività a scopo didattico), oltre all’esposizione di biciclette d’epoca (del peso di 40 chili e dotate di secchio con l’acqua, lancia e manichetta), degli elmi e delle divise.

  • Facebook
  • Volchem
  • Rio Verde
2019  Umbria Marathon  globbers joomla templates